Associazione Istruzione Unita Scuola Sindacato Autonomo

Sede Nazionale: Via Olona n.19-20123 Milano Tel/fax+390239810868

sabato 20 giugno 2009

LOMBARDIA: €115.243.067,04 alle scuole private

Il nuovo Direttore Generale dell'U.S.R per la lombardia Dott.Giuseppe
Colosio in data 19 giugno ha firmato i decreti di assegnazione alle scuole .
IUniScuola. Ecco i decreti e le tabelle di ripartizione delle somme:
CONTRIBUTI ALLE SCUOLE DELL'INFANZIA PARITARIE A.S. 2008-2009
Decreto n. 413 Milano, 19.06.2009
Il contributo da assegnare alle scuole dell’infanzia paritarie della
regione Lombardia per l’a.s. 2008-2009, come derivante dai precedenti
artt. 1 – 2 e 3 ammonta complessivamente ad €. 77.588.793,20 di cui
€. 57.897.535,60 tratti dal cap. 2183 e.f. 2009 del bilancio dell’USR
Lombardia ed €. 19.691.257,60provenienti dalla somma dei contributi
assegnati alla Regione Lombardia con il decreto interministeriale
del 28 maggio 2009.
Leggi tutto>>>
TABELLA ALLEGATA AL DECRETO DIRETTORIALE N. 413 DEL 19.06.2009
Leggi tutto >>>
CONTRIBUTI ALLE SCUOLE PRIMARIE PARITARIE A.S. 2008-2009
Decreto n. 412 Milano, 19.06.2009
Il contributo da assegnare alle scuole primarie paritarie della regione
Lombardia per l’a.s. 2008-2009, come derivante dai precedenti
artt. 1 e 2 ammonta complessivamente ad €. 37.654.274,84 di cui
€. 29.215.164,44 tratti dal cap.2183 e.f. 2009 del bilancio dell’USR
Lombardia ed €. 8.439.110,40 provenienti dalla somma dei contributi
assegnati alla Regione Lombardia con il decreto interministeriale del
28 maggio 2009.
Leggi tutto>>>
TABELLA ALLEGATA AL DECRETO DIRETTORIALE N. 412 DEL 19.06.2009
leggi tutto>>>

venerdì 19 giugno 2009

A settembre preservativi nelle scuole di Roma,IUniScuola: i candidati presidenti alla provincia di Milano non ne parlano ?


E' stata approvata oggi dal consiglio della Provincia di Roma la mozione presentata dal gruppo Sinistra e Libertà per favorire iniziative di sensibilizzazione sulle malattie sessuali e sulla distribuzione di preservativi nelle scuole.
L'aula ha approvato la mozione con 19 voti favorevoli, 7 contrari ed un astenuto, il consigliere de La Destra Teodoro Buontempo. Contrario il gruppo del Pdl. "è un'iniziativa limitativa e superficiale - ha dichiarato Federico Iadicicco (Pdl) - i preservativi non sono sicuri e serve invece una differente cultura della sessualità". "Il voto del Pdl - ha invece commentato lo stesso Peciola - dimostra ignoranza e preconcetti religiosi, un orientamento di molte forze politiche che governano questo paese.
Roma, 19 giu. (Adnkronos) – Non solo merendine. Il prossimo settembre nei corridfoi dei licei e degli istituti superiori di Roma e provincia arriveranno infatti i distributori di preservativi. Lo prevede una mozione approvata ieri dal consiglio provinciale di Roma che impegna il presidente Nicola Zingaretti a sostenere, negli istituti che volessero avvalersene, l'installazione di distributori automatici di anti-concezionali. Il tutto nell'ambito di campagne di prevenzione contro l'Aids e di educazione sessuale promosse dall'amministrazione provinciale.
Zingaretti ha invitato ''tutti a leggere con attenzione il contenuto della mozione'' esprimendo soddisfazione per il fatto che questa ''iniziativa abbia ricevuto apprezzamento da esponenti di tutte le forze politiche''. La mozione, presentata dal coordinatore del gruppo federato della Sinistra Gianluca Peciola e sostenuta da una migliaio di firme raccolte dai giovani del Partito Democratico di Roma, ha innescato un dibattito nel mondo politico, ma anche nelle scuole e tra gli stessi studenti.
A favore si sono espressi, tra gli altri il vice ministro alla Salute Ferruccio Fazio e il responsabile Sanità del Pdl Cesare Cursi. Secondo Fazio, per contrastare l'Aids “tutti i mezzi sono utili”. Mentre Cursi la giudica “un'iniziativa positiva che vada vista nel contesto della prevenzione”.

Pollice verso, invece dall’assessore alla Scuola del Comune di Roma Laura Marsilio (Pdl), secondo cui “i distributori di preservativi nelle scuole rischiano di dare un messaggio sbagliato e di non raggiungere l'obiettivo”.

Anche sul fronte scolastico, i presidi sono divisi. E se per il presidente della sezione romana dell'Associazione nazionale presidi (Anp) Mario Rusconi, ''si trata di uno show mediatico'', perché - dice ''le macchinette dei preservativi, contro cui non ho nulla in contrario stanno bene fuori dagli istituti scolastici”, per Cosimo Guarini, dirigente scolastico del liceo classico Mamiani, anche questa misura “rappresenta un momento educativo”.

L’iniziativa riscuote intanto il paluso delle associazioni romane per i diritti degli omosessuali, Arcigay e Circolo Mario Mieli, mentre si mette di traverso il Movimento italiano genitori (Moige) che definisce la proposta ''a dire poco superficiale e insufficiente''.

Spartiacque anche tra gli studenti. Se l'Unione degli studenti, vicina al centrosinistra, la giudica ''un passo importante'', Azione Studentesca, vicina al centrodestra, boccia il provvedimento come “uno specchietto per allodole”. Infine lo scrittore Federico Moccia considera l’introduzione dei distributori di profilattici “un’ottima cosa, visto che serve a dare tranquillità ai giovani, perché non rischino di ritrovarsi a dover affrontare problemi più gtrandi di loro”.

martedì 16 giugno 2009

In Lombardia i docenti più vecchi nella scuola materna

IUniScuola:In Lombardia i docenti più vecchi nella scuola materna seguiti dalla Scuola Superiore di II grado.
Docenti a tempo indeterminato in Lombardia:
Infanzia i docenti maschi meno dell'uno per cento, Primarie circa il novantacinque percento femmine,Medie solo il ventiquattro percento maschi e Secondarie sessanta percento femmine
"Tuttoscuola /Hanno mediamente 50 anni di età i docenti italiani. I più vecchi nella scuola media.
La rilevazione Ocse di questi giorni evidenzia una classe docente italiana meno giovane di quella che si riscontra negli altri Paesi. Il dato, aggiornato a quest'anno scolastico, è ancora più pesante di quello rilevato dall'Ocse.
Sulla base dei dati dell'organico di fatto pubblicato dal ministero (sintesi dei dati a.s. 2008-09) è possibile capire meglio la situazione dell'età dei docenti italiani con riferimento anche ai diversi ordini di scuola in cui insegnano.
È di quasi cinquant'anni (49,7) l'età media dei docenti statali di ruolo delle nostre scuole.
I più giovani sono gli insegnanti di scuola primaria (età media 48 anni), mentre i più anziani sono quelli della secondaria di I grado con l'età media di poco superiore ai 51 anni (51,2) seguiti dai colleghi delle superiori mediamente più giovani di tre mesi (50,9).
Complessivamente il 54,5% dei docenti statali ha un'età elevata, da cinquant'anni in su. Il dato Ocse, riportato in queste ore, fermo al 52%, va quindi aggiornato di due punti e mezzo.
Di 50 anni e più di età è il 63% dei docenti di scuole media, mentre quelli delle superiori con un'età che ha raggiunto e superato il mezzo secolo sono quasi il 60%.
Decisamente più giovani, anche per la diversa modalità di accesso al ruolo, sono i docenti di scuola primaria che nel 54,6% ha un'età al di sotto dei cinquant'anni.
Analogamente, i docenti di scuola dell'infanzia statale per il 49,3% sono sotto i 50 anni".

lunedì 15 giugno 2009

IUniScuola. Proroga al 31 luglio 2009 per la presentazione delle modifiche al Piano regionale di dimensionamento

ANCI Lombardia 4 Maggio 2009 - Modifiche al piano di dimensionamento delle istituzioni scolastiche – Anno scol. 2010/11

Alla luce di quanto definito in sede di Conferenza Unificata in data 28 gennaio 2009, in base alle cui determinazioni verrà stipulata un’intesa tra Governo, Regioni ed Enti locali entro il prossimo 15 giugno, il Dipartimento Istruzione di ANCI Lombardia ha promosso l’organizzazione di due seminari, per consentire la partecipazione diretta degli Amministratori locali della nostra regione alla riflessione sul tema in oggetto. Il documento approvato in Conferenza Unificata prevede l’adozione di provvedimenti che consentano un’economia di 85 milioni euro da raggiungere entro il 2012 a livello nazionale.
Tali iniziative hanno avuto luogo in data 7 e 20 aprile 2009, a Milano. Dal confronto con gli Amministratori presenti sono emersi alcuni orientamenti, che il Consiglio Direttivo di ANCI Lombardia ha fatto propri, nel documento approvato il 21 aprile 2009, consultabile sull’home page di ANCI Lombardia.
Con l’approvazione del documento si è inteso ribadire innanzi tutto che la Lombardia è regione virtuosa, che i Comuni lombardi hanno ampiamente dimostrato di rispettare le norme vigenti, contribuendo in modo sostanziale al contenimento della spesa pubblica, con interventi di razionalizzazione già effettuati a suo tempo, al punto che la media della popolazione scolastica nella nostra regione è di 845 alunni per istituto autonomo, a fronte dei limiti previsti dal DPR n. 233/98, che considerano parametro minimo i 500 alunni e massimo i 900. E’ indispensabile che l’intesa da approvarsi in Conferenza Unificata consideri la necessità di intervenire in modo mirato e non generalizzato, andando a sanare situazioni di evidente abuso o spreco. I Comuni lombardi, dal canto loro, avranno modo di offrire un ulteriore contributo, salvaguardando comunque i piccoli plessi di scuola dell’infanzia o quelli situati in zone disagiate o in condizioni di marginalità, siano essi in aree montane o di pianura.
Invitiamo pertanto gli Amministratori comunali lombardi a prendere visione del documento approvato dall’ANCI Lombardia; i criteri approvati consentiranno ai Comuni di procedere alle proposte di accorpamento, fusione, soppressione di plessi, secondo quanto previsto dal D.L.vo n. 112/98, art. 139, considerando i parametri citati e procedendo con proposte che seguano l’ordine di priorità indicato nel documento, anche in funzione dell’attivazione dei Centri Provinciali per l’Istruzione degli Adulti, che godranno di autonomia, con un proprio dirigente scolastico ed un proprio organico.
Considerando l’imminente scadenza elettorale, si è concordata con la Regione Lombardia la proroga dei termini per la presentazione delle modifiche al Piano regionale di dimensionamento, stabilendola al 31 luglio 2009.
Entro tale data, pertanto, i Comuni che intendono procedere alla modifica del piano dovranno inviare la documentazione prevista alle Amministrazioni Provinciali di competenza, per l’espressione del parere. In attesa che venga pubblicato il testo dell’Intesa di cui sopra, tuttavia, sarebbe opportuno che i Comuni capidistretto di cui alla L. 328/00 si attivassero, a livello di ambito territoriale, organizzando incontri con Comuni e Scuole, in modo da valutare soluzioni praticabili e condivise.
Si ricorda che alla documentazione da inviare in Provincia deve essere allegato anche il parere obbligatorio e non vincolante degli organi collegiali della scuola.
ANCI Lombardia si impegna a diramare il testo dell’intesa non appena in medesimo verrà approvato dalla Conferenza Unificata.

venerdì 12 giugno 2009

Gratuito Patrocinio Studio Legale Avv.Sarina Amata in Milano

Il gratuito patrocinio è un beneficio previsto dalla Costituzione ( art.24 Cost.)
Esso consiste nel fornire assistenza legale gratuita, per promuovere un giudizio o difendersi davanti al giudice, a chi non è in grado di sostenere le relative spese legali.
Per leggere le istruzioni della Comunità Europea per il Gratuito
Patrocinio CLICCA QUI>>>
Lo Studio Legale effettua valutazioni gratuite sull'esistenza del diritto dell'utente all'ammissione al gratuito patrocinio.
Qualora la verifica risultasse negativa, lo studio è a disposizio-ne per predisporre un preventivo del costo dell'atto ovvero dell'azione legale da porre in essere.
Per godere della ammissione al beneficio o per valutare la possibilità dell'ammissione è possibile contattare lo studio al seguente indirizzo:
Studio Legale Avv. Sarina Amata
via San Vincenzo 9, 20123 Milano.[mostra dettagli]
Lo studio legale riceve previo
appuntamento telematico.
E-mail: 
sarina.amata@fastwebnet.it
L'Avvocato Amata è iscritta nell'elenco dei Legali per l'assistenza col gratuito patrocinio presso il Tribunale di Milano




Blog di Dino Dono PER UN FEDERALISMO CHE UNISCE EUROPA: CATTEDRE IN MENO PER I DOCENTI D I MATERIE LETT. E LATINO

Blog di Dino Dono PER UN FEDERALISMO CHE UNISCE EUROPA: CATTEDRE IN MENO PER I DOCENTI D I MATERIE LETT. E LATINO

giovedì 11 giugno 2009

IUniScuola. "Milano Mondo", la prima edizione di Milano Scienza

Dal 1° al 30 giugno, in diversi luoghi di Milano, si terrà la prima edizione di Milano Scienza, Milano Mondo, una serie di appuntamenti per scoprire i saperi scientifici.
In programma piu' di 50 eventi nell'arco di un mese che coinvolgeranno un pubblico di tutte le età per far riscoprire i saperi scientifici. -Scienza di grande qualità per tutti - ha dichiarato il Sindaco di Milana Letizia Moratti - con queste parole possiamo definire questa rassegna, un evento speciale a Milano, perche' nella nostra città il sapere scientifico deve diventare una presenza sempre piu' significativa nel panorama culturale-. -Con Milano Scienza, Milano Mondo - ha aggiunto il Sindaco di Milano - vogliamo accendere i riflettori sul mondo della scienza con piu' di 50 eventi che coinvolgeranno un pubblico eterogeneo-. -Questo progetto - ha detto l'assessore alla Cultura Massmiliano Finazzer Flory - e' la base per costruire una città attrezzata alla sfida della scienza , dunque alla ricerca, all'esperimento, all'osservazione, all'impresa collettiva dove l'avventura non ha una fine-. -La cultura scientifica - ha aggiunto Finazzer Flory - e' un'educazione che ci e' necessaria, non e' piu' da ritenersi -facoltativa' se non vogliamo essere colonizzati dai paesi piu' colti-. L'assessore ha infine annunciato che, oltre all'intitolazione di una piazza al Fisico Giuseppe Occhialini, in programma lunedi' 22 giugno alle ore 11.30, sarà intitolata una via della città al matematico Bruno De Finetti. -Milano e' capitale della scienza - ha dichiarato l'assessore alla Ricerca, Innovazione, Capitale Umano Luigi Rossi Bernardi - non solo perche' a Milano operano il 20% degli addetti alla ricerca scientifica in Italia, ma anche perche' e' capitale per l'applicazione delle conoscenze scientifiche attraverso grandi realtà industriali che producono ricchezza a Milano-. Il progetto, ideato dall'Assessore alla Cultura Massimiliano Finazzer Flory, vuole proseguire fino al 2015, per far comprendere come l'Expo rappresenti una grande occasione per diffondere la cultura scientifica. Un'operazione dedicata al mondo della scienza declinata in chiave culturale, che e' realizzata in collaborazione con Raffaello Cortina Editore e la Pinacoteca di Brera e a2a.

La rassegna vedrà come interpreti alcuni tra i pensatori e scienziati italiani di spicco nel panorama internazionale: Claudio Bartocci, Enrico Bellone, Edoardo Boncinelli, Elena Cattaneo, Giulio Giorello, Paolo Milani, Andrea Moro, Giacomo Rizzolatti, Chiara Tonelli, Giorgio Vallortigara, Umberto Veronesi, Duccio Macchetto e molti altri. Sono previsti, insieme alle lezioni pubbliche e agli incontri tematici, una rassegna sul rapporto cinema-scienza, eventi come -Tra musica e stelle: una notte all'INAF-Osservatorio Astronomico di Brera-, mostre come -Darwin 1809-2009- (alla Rotonda di via Besana) e spettacoli come la performance ispirata a Kafka dal titolo -Tinnitus. Spenga la luce, per favore. So suonare soltanto al buio- e un incontro-dibattito intorno a -Infinities- di Luca Ronconi.
La città di Milano sarà animata da eventi che vedranno protagonisti anche i ragazzi accompagnati in laboratori e percorsi didattici nelle biblioteche rionali, alla scoperta dell'ecologia e dell'astronomia. Nel bicentenario della nascita di Charles Darwin e a centocinquanta anni dalla pubblicazione dell'Origine della specie, apre alla Rotonda di via Besana la grande mostra -Darwin 1809-2009-, dal 4 giugno al 25 ottobre 2009. L’esposizione intreccia i linguaggi della storia, della narrazione, del naturalismo, della filosofia della scienza e delle ricerche sperimentali contemporanee. La biografia avventurosa del giovane Darwin, le sue complesse relazioni familiari, l’immersione nella cultura inglese dell’epoca e nei suoi conflitti, il celebre viaggio di cinque anni attorno al mondo sono i capitoli di un suggestivo racconto: la nascita di un’idea rivoluzionaria, le prime domande, le scoperte entusiasmanti, le incertezze iniziali, i timori, il lungo silenzio e infine la pubblicazione di On the origin of species che fece tanto scalpore, nel 1859. Realizzata in collaborazione con le più prestigiose istituzioni scientifiche del mondo, ispirata alla spettacolare mostra internazionale dedicata al padre della teoria dell’evoluzione dall’American Museum of Natural History di New York, l’edizione italiana è arricchita da due sezioni inedite. La prima presenta una storia italiana della teoria di Charles Darwin, che mette in luce quanto il nostro Paese sia stato precocemente coinvolto nella rivoluzione darwiniana grazie ad alcune scuole molto attive e all’avanguardia e fa emergere un’Italia liberale e laica, in cui la scienza aveva voce autorevole e della scienza si poteva raccontare anche la bellezza.

La seconda sezione in esclusiva per l’Italia riguarda l’evoluzione umana, un’idea che ha modificato profondamente la nostra visione del mondo, non soltanto della natura e del ruolo che occupiamo nel pianeta. Le attività didattiche della mostra sono a cura dell’Associazione Didattica Museale (A.D.M), responsabile dei servizi educativi presso il Museo Civico di Storia Naturale di Milano. Per tutti i visitatori sono disponibili percorsi guidati interattivi di approfondimento e laboratori pratici e creativi per comprendere il significato profondo del pensiero darwiniano e farsi contagiare dalla sua passione per la scienza. La mostra ospiterà anche una serie di incontri con, tra gli altri, Luigi Luca Cavalli Sforza, il filosofo della scienza Giulio Giorello che racconterà -Un'idea che ha colorato il mondo-, Emanuele Coco ed Elio e le Storie Tese, nella-conferenza spettacolo -Consigli pratici per evoluzionisti spaesati- ed Edoardo Boncinelli, che parlerà di -Darwinismo e genoma-.

Presso la Scatola Magica del Piccolo Teatro (il 15 giungo, ore 17.00), e' di scena l'incontro/dibattito intorno allo spettacolo di Luca Ronconi -Infinities-, che vedrà partecipi l'assessore alla Cultura Massimiliano Finazzer Flory, il Direttore del Piccolo Teatro di Milano - Teatro d'Europa Sergio Escobar, Giulio Giorello, Ariella Beddini, regista del video -Speciale su Infinities- ed Emiliano Bronzino, assistente alla regia di Luca Ronconi per -Infinities- . Nove grandi personalità della scienza italiana portano a Milano le loro ricerche.
Ecco cosi' un ciclo di nove lezioni pubbliche, a cura di Corrado Sinigaglia, per approfondire nove temi di straordinaria attualità, per comprendere il presente e affrontare il futuro.

Il ciclo si apre il 6 giugno alle 18.30 presso l'Acquario Civico di viale Gadio 2, con -I confini di Babele-, lectio magistralis del linguista Andrea Moro alla scoperta di cosa si nasconde dietro la sorprendente somiglianza che lega tra loro le differenti lingue. Il 12 giugno alle ore 18.30 al Museo Civico di Storia Naturale di Milano Corso Venezia 55, e' la volta della genetista Chiara Tonelli con -Il futuro dell'ecosistema-.

E ancora: il 15 giugno alle ore 21.00 presso l'Acquario Civico di viale Gadio 2, la biotenologa Elena Cattaneo con -Cellule staminali-; il 16 giugno alle ore 18.30 a Palazzo Marino Sala Alessi il neuroscienziato Giacomo Rizzolatti con -Specchi nel cervello-; il 18 giugno alle ore 21.00 al Museo Civico di Storia Naturale lo storico della scienza Enrico Bellone con -Molte nature-; il 19 giugno alle ore 18.30 all'Acquario Civico il matematico Claudio Bartocci con -Punti e stringhe-; il 21 giugno alle ore 16.00 al Museo Civico di Storia Naturale l'etologo cognitivo Giorgio Vallortigara con -Menti animali-; il 23 giugno alle ore 18.30 all'Acquario Civico il fisico Paolo Milani con -Nanotecnologie e medicina-.

Il 30 giugno al Museo Civico di Storia Naturale (ore 18.00), chiude il ciclo delle lezioni Umberto Veronesi con -La rivoluzione del DNA-, un'anteprima della V Conferenza Mondiale sul Futuro della Scienza di Venezia. Il 22 giugno dalle 10.00 alle 17.00, il Politecnico di Milano apre le sue porte al pubblico con visite guidate al Laboratorio di intelligenza artificiale e robotica del Dipartimento di Elettronica e Informazione (prenotazione obbligatoria). Tre proiezioni al Cinema Gnomo a cura di Roberto Mordacci con a seguire un dibattito in chiave socio culturale con filosofi, fisici e biologi per discutere tra scienza e cinema: il 10 giugno --E l'uomo creo' Satana- (Inherit the Wind) di Stanley Kramer; il 17 giugno -I ragazzi di via Panisperna- di Gianni Amelio e il 24 -Se mi lasci ti cancello- (Eternal Sunshine of The Spotless Mind) di Michel Gondry. Altro appuntamento da non perdere giovedi' 11 giugno alle ore 21.00 del Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia in via San Vittore 21, l'incontro -La Nuova Chimica- con Michele Perini (Presidente Museo Scienza e Tecnologia), Fiorenzo Galli (Direttore Generale Museo Scienza e Tecnologia), Giorgio Squinzi (Presidente Federchimica), Giulio Giorello (filosofo), Giovanni Carrada (giornalista scientifico), Antonio Pascale (scrittore).

Nell'occasione sarà proiettato il recentissimo cortometraggio "Chimica oltre il luogo comune", realizzato da Federchimica in collaborazione con il Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca. Anche a2a attraverso la Casa dell'Energia (piazza Po, 3) partecipa direttamente all'evento Milano Scienza, Milano Mondo con un palinsesto di attività sull'energia: un programma vario in un luogo di incontro per tutti i cittadini e per ogni età.
Web
http://www.comune.milano.it/dseserver/scienza/index.html>

IUniScuola.Assegnazione di dirigenti scolastici e di docenti presso l' USR e i CSA ...

In data 8 giugno 2009 è stato pubblicato all’Albo dell'Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia l'elenco dei candidati ammessi a sostenere il colloquio ex-Legge 448/98 per il biennio 2009/2011.
I colloqui dei candidati ammessi si inizieranno a partire dal giorno 16 Giugno p. v. secondo l’allegato calendario di convocazione.
L’ordine dei colloqui è stato definito mediante estrazione, da parte della Commissione, della lettera alfabetica “B“ .

L’elenco è consultabile sul sito internet di questa Direzione: www.istruzione.lombardia.it , alla voce comunicazioni .
In allegato il file con i nominativi degli ammessi in ordine sia di merito sia alfabetico , nonché i criteri di valutazione del colloquio.
Il presidente della commissione Nicola Montrone
FILE ALLEGATI
>>>CALENDARIO CONVOCAZIONI COLLOQUI
>>>COPIA DEL BANDO 24 marzo 2009

martedì 9 giugno 2009

IUniScuola: Sportello On-line per i pensionati


E’ un servizio NAZIONALE On-line di assistenza e consulenza per ogni esigenza contributiva e previdenziale offerto da IUniScuola Sindacato Istruzione Libero
e-mail:http://iuniscuola.fr@alice.it info:388 3642614
Gli operatori dello Sportello sono a disposizione di tutto il personale della scuola per svolgere ogni attività necessaria ed utile a conseguire il miglior esito
#Domande di pensione
#Liquidazione pensione di anzianità, vecchiaia, invalidità, indiretta
#Domande di disoccupazione
#Indennità di maternità
#Indennità di malattia
#Verifica costante della posizione contributiva
#Rettifica della posizione contributiva presso l’Istituto di riferimento
#Valutazione degli eventuali riscatti dei periodi non coperti da contribuzione
@Ricongiunzione e totalizzazione
@Costituzione posizione assicurativa
#Contenzioso amministrativo e legale
Informazioni, consulenze e assistenza su tutti i problemi previdenziali e pensionistici ogni martedì (ore 15,30-17,30) per appuntamento presso la sede IUniScuola di Via Olona n.19 Milano per info: tel. 02 39810868 - 388.3642614

sabato 6 giugno 2009

Lombardia:Integrazione elenchi aggiuntivi di sostegno A.S. 2009/2010

CONCORSO ORDINARIO PER ESAMI E TITOLI - SCUOLA INFANZIA (D.D. 6/4/1999) –
SCADENZA PRESENTAZIONE DOMANDE 30 GIUGNO 2009.
Con preghiera della massima diffusione tra il personale interessato e per la pubblicazione all’albo degli Uffici Scolastici Provinciali, delle istituzioni scolastiche, nonché sui rispettivi siti INTERNET, si comunica che si intende procedere all’integrazione degli elenchi aggiuntivi di sostegno, già formulati per l’anno scolastico 2008/2009, con i candidati inclusi nella graduatoria di merito del concorso ordinario per esami e titoli in oggetto, che hanno conseguito il titolo di specializzazione per l’attività di sostegno ad alunni disabili in tempi successivi alla scadenza del termine di presentazione della domanda di partecipazione al concorso stesso, al fini dell’eventuale assunzione a tempo indeterminato su posti di sostegno per l’anno scolastico 2009/2010.

I docenti interessati dovranno presentare le domande entro il 30 giugno 2009all’Ufficio Scolastico Provinciale di Varese – Ufficio Concorsi, via Copelli 6 - 21100 Varese
L’istanza redatta utilizzando l’allegato mod.B, dovrà contenere generalità e indirizzo dove inviare eventuali comunicazioni.
Alla domanda deve essere allegata copia del titolo di specializzazione.
Gli elenchi aggiuntivi già compilati per l’anno scolastico 2008/2009 saranno integrati con l’inserimento dei nominativi dei nuovi aspiranti tenendo conto del punteggio e delle preferenze nella graduatoria di merito di provenienza.
I docenti già inseriti negli elenchi non devono ripresentare la domanda.
Il dirigente Antonio Lupacchino

MODELLO B
MODELLO DI DOMANDA
PER L’INSERIMENTO NEGLI ELENCHI AGGIUNTIVI DI SOSTEGNO
SCUOLA MATERNA
ANNO SCOLASTICO 2009/10
ALL’ UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE
Via Copelli, 6 - 21100 Varese


Il/la sottoscritt ___________________________________________________________ nat __ il ____________

a ___________________________________________________ PROV. __________________

residente in __________________________________________ PROV. __________________

via ________________________________________ n° _______ tel. _______ / _________________________
inclus __ nella graduatoria di merito del sottoindicato concorso ordinario, per esami e titoli, indetto con:


# D.D.G. del 6.04.1999 – SCUOLA MATERNA PUNTI _______________________________

PREFERENZE ________________________

avendo conseguito presso __________________________________________________________________
in data _________________ il titolo di specializzazione su sostegno

CHIEDE

di essere inclus __

negli elenchi aggiuntivi per l’insegnamento agli alunni portatori di handicap:

# scuola materna

Dichiara, espressamente, di voler essere nominat __ con precedenza assoluta su posti di sostegno.

ALLEGA:

__________________________________________________________ (1)

__________________________________________________________

DATA ______________________ FIRMA

_____________________________________________





Note: 1) allegare titolo di specializzazione.

venerdì 5 giugno 2009

IUniScuola.Regolamento sulla valutazione degli studenti

In data 28 maggio 2009 il Consiglio dei Ministri ha approvato in via definitiva il Regolamento sulla valutazione degli studenti nelle scuole di ogni ordine e grado.

Queste le principali novità contenute nel provvedimento:

Scuola Primaria (scuola elementare)
Nella scuola primaria gli alunni saranno valutati dall'insegnante unico di riferimento.
La valutazione terrà conto del livello di conoscenza e del rendimento scolastico complessivo degli alunni nelle singole materie.
La valutazione nelle singole materie sarà espressa in voti numerici così come avviene in tutti i Paesi Europei.
Solo per l'insegnamento della religione cattolica resta la valutazione attraverso un giudizio sintetico formulato dal docente.
I docenti di sostegno parteciperanno alla valutazione di tutti gli alunni.
Nella scuola elementare gli alunni potranno essere non ammessi alla classe successiva solo in casi eccezionali e motivati.
»Voto in condotta nella scuola elementare
Il voto in condotta nella scuola elementare sarà espresso attraverso un giudizio del docente o dei docenti contitolari.

Scuola secondaria di I grado (scuola media)
Nella scuola secondaria di primo grado gli studenti saranno valutati nelle singole materie con voti numerici. Questo metodo di valutazione riguarderà anche l'insegnamento della musica.
Anche alle medie l'insegnamento della religione cattolica continuerà ad essere valutato attraverso un giudizio sintetico del docente.
Per essere ammessi all'anno successivo, comunque, sarà necessario avere almeno 6 in ogni materia.
Per la ammissione all'esame di Stato di terza media gli alunni dovranno conseguire la sufficienza in tutte le materie, compreso il voto in condotta.
In sede d'esame finale agli alunni particolarmente meritevoli che conseguiranno il punteggio di 10 decimi potrà essere assegnata la lode dalla commissione che deciderà all'unanimità.
»Voto in condotta alle scuole medie
Il voto in condotta nella scuola secondaria di primo grado sarà espresso con un voto numerico accompagnato da una nota di illustrazione e riportato anche in lettere in pagella.

Scuola secondaria di II grado (scuola superiore)
Alle scuole superiori la valutazione intermedia e finale degli apprendimenti è effettuata dal consiglio di classe.
Nello scrutinio finale il consiglio di classe sospenderà il giudizio degli alunni che non hanno conseguito la sufficienza in una o più materie, senza decidere immediatamente la non promozione, ma comunicando i risultati conseguiti nelle altre materie. A conclusione dei corsi di recupero per le carenze dimostrate il consiglio di classe, dopo aver accertato il recupero delle lacune formative entro la fine dello stesso anno scolastico, non oltre la data di inizio delle lezioni dell'anno successivo, formulerà il giudizio finale e l'ammissione alla classe successiva.
Secondo quanto indicato dall'ordinanza ministeriale n.40 dell'8 aprile 2009, per l'anno scolastico 2008/09, per l'ammissione all'esame di Stato sarà necessaria la media del 6. Il voto in condotta concorrerà alla formazione della media.
A partire dall'anno scolastico 2009/10 saranno ammessi all'esame di Stato tutti gli studenti che conseguiranno la sufficienza in tutte le materie e in condotta.
Accesso diretto all'esame di stato per gli "ottisti"
Saranno ammessi direttamente agli esami di Stato gli studenti che in quarta hanno conseguito 8 decimi in ciascuna materia e nel comportamento e che hanno riportato una votazione non inferiore al 7 in ciascuna disciplina, 8 per la condotta nelle classi seconda e terza.
L'educazione fisica concorre come ogni altra disciplina alla determinazione della media dei voti.
»Voto in condotta alle scuole secondarie di primo e secondo grado
Con il Regolamento approvato oggi dal Consiglio dei Ministri il voto sul comportamento concorrerà alla determinazione dei crediti scolastici.
Il 5 in condotta sarà attribuito dal consiglio di classe per gravi violazioni dei doveri degli studenti definiti dallo Statuto delle studentesse e degli studenti, purché prima sia stata data allo studente una sanzione disciplinare. Inoltre, l'insufficienza in condotta dovrà essere motivata con un giudizio e verbalizzata in sede di scrutinio intermedio e finale.
Una sanzione disciplinare, quindi, sarà come un cartellino giallo, dopo il quale se i comportamenti gravi persisteranno il collegio dei docenti darà il cartellino rosso e cioè il 5 in condotta.
La valutazione del comportamento è partita già nel primo quadrimestre dell'anno scolastico in corso ed ha portato a galla circa 34 mila insufficienze. Gli studenti avranno tempo nella seconda parte dell'anno per recuperare.
L'insufficienza nel voto di condotta (voto inferiore a 6) comporterà la non ammissione all'anno successivo o agli esami di Stato.

Valutazione degli alunni con disabilità
Per la valutazione degli alunni con disabilità si dovrà tener conto, oltre che del comportamento, anche delle discipline e delle attività svolte sulla base del piano educativo individualizzato. Inoltre si prevede, per gli alunni disabili, la predisposizione di prove di esame differenziate, corrispondenti agli insegnamenti impartiti e idonei a valutare il progresso dell'alunno in rapporto alle sue potenzialità e ai livelli di apprendimento iniziali.
Valutazione degli alunni con difficoltà specifica di apprendimento-DSA
Per gli alunni in situazione di difficoltà specifica di apprendimento debitamente certificate per la prima volta viene dettata una disciplina organica, con la quale si prevede che, in sede di svolgimento delle attività didattiche, siano attivate adeguate misure dispensative e compensative e che la relativa valutazione sia effettuata tenendo conto delle particolari situazioni ed esigenze personali degli alunni.
Obbligo scolastico
Resta confermato l'obbligo scolastico fino al sedicesimo anno di età, sempre nel quadro del diritto-dovere all'istruzione e alla formazione.

USR per Lombardia:pubblicazione sedi vacanti per mobilità dirigenti scolastici n.197

Si fa seguito a nota di questo Ufficio prot. MIURAOODRLO R.U del 20.05 u.s., per dare avviso a tutti gli interessati che, in data odierna, è pubblicato l’elenco delle sedi vacanti ai fini delle operazioni di mobilità del personale con qualifica dirigenziale in ambito regionale.

Per tutte tali operazioni dovranno essere tenute presenti le seguenti indicazioni di carattere generale sono state ritenute vacanti tutte le sedi in cui, alla data di effettuazione dei movimenti, non risultano prestare servizio dirigenti scolastici di ruolo;
saranno altresì utilizzate, ai fini delle operazioni di mobilità, le sedi che si renderanno disponibili nel corso dei movimenti e per effetto dei medesimi;
le esigenze eccezionali (personali e/o familiari) poste a sostegno delle domande potranno essere dichiarate (sotto la propria responsabilità) in domanda, o essere comprovate da specifica documentazione da allegare alla domanda stessa;
le istanze presentate da dirigenti in particolari posizioni di stato verranno prese in considerazione solo se, alla data di effettuazione dei movimenti, il provvedimento di comando/distacco/esonero etc. non risulti ancora rinnovato per il prossimo anno scolastico;
le istituzioni scolastiche coinvolte nelle procedure di riorganizzazione e ristrutturazione di cui al DDG 12 del 19.01.2009 sono da considerarsi quali nuove istituzioni.continua...
Leggi tutto LINK:
http://www.istruzione.lombardia.it:80/comunic/comunic09/giu09/protLO9491_09.htm
copia e incolla

mercoledì 3 giugno 2009

DIFENDIAMO LA SCUOLA PUBBLICA. RILANCIAMO LA CULTURA


(da Red. L.Donofrio)LA SCUOLA nel Programma amministrativo di MASSIMO GATTI – Candidato Presidente della Provincia di Milano-UN’ALTRA PROVINCIA METROPOLITANA, SOSTENIBILE E SOLIDALE

"DIFENDIAMO LA SCUOLA PUBBLICA. RILANCIAMO LA CULTURA
La scuola pubblica, laica e democratica, la scuola della Costituzione, va difesa e valorizzata come una grande priorità. Contro ogni processo di privatizzazione e aziendalizzazione occorre affermarne il carattere pubblico per contrastare efficacemente le nuove disuguaglianze, per
costruire una società che garantisca pari opportunità e pari diritti a tutte e a tutti. Una scuola aperta al territorio che, attraverso la sinergia tra docenti curriculari di sostegno, studenti, genitori, istituzioni e associazioni, sappia rispondere alla sfida solidale, che ci sentiamo di assumere perché diventi la risorsa straordinaria su cui puntare per condividere un futuro comune.
Occorre incrementare la rete di accesso sia aumentando l’offerta di indirizzi di istituti scolastici, sia decentrando l’offerta formativa per ridurre il pendolarismo e l’abbandono scolastico. Occorre recuperare un diverso diritto allo studio, difendere il tempo pieno, combattere la dispersione
scolastica, sostenere il successo formativo, sconfiggere un analfabetismo di ritorno sempre più diffuso, sviluppare un’educazione critica ai linguaggi dei media, valorizzando le buone pratiche, fornendo risorse e strumenti necessari. Va infine completato l’impegno speso dalla Provincia in materia di edilizia e sicurezza scolastica, con l’impiego sempre più capillare di fonti di energia pulite e rinnovabili.
Il diritto alla cultura e alle culture come spazio di crescita , di ricerca, di promozione, inclusione e coesione sociale. La vita culturale di una città e di una provincia così come l’accessibilità alla sua fruizione da parte di tutti i cittadini sono uno dei requisiti della qualità urbana. e possono costituire un elemento importante di crescita e sviluppo anche economico.
La Provincia deve sviluppare il proprio ruolo di regia per valorizzare percorsi in tutti i campi in cui la cultura si esprime, essere precursore creativo attraverso un investimento progettuale coordinamento anche per la diffusione degli eventi. È urgente affiancare ai grandi eventi una rete di occasioni culturali perché le persone possano vivere il territorio incontrandosi in spazi di saperi e relazioni, dalle biblioteche, ai musei, ai teatri…in risposta a una solitudine sempre più diffusa. In questo campo la situazione attuale di Milano e provincia è contraddittoria, accanto alle esperienza di eccellenza di livello internazionale ed al fiorire di vitalità diffuse nel territorio, vi sono ancora – o forse dovremmo dire nuovamente – ampie fasce della popolazione che, per motivi diversi, hanno poche o nessuna possibilità di entrare in contatto con i luoghi di produzione e di offerta culturale.
A Milano emergono anche produzioni culturali innovative e d’avanguardia ma spesso, in particolare quelle giovanili, non sono adeguatamente valorizzate, non trovano sbocchi per crescere ed in molti casi neppure spazi per potersi esprimere. La gestione delle risorse per la cultura dovrà essere allora molto accorta ed equamente ripartita tra quella che è stata considerata per anni la cultura “alta” ed i punti di eccellenza da un lato ed il sostegno alle iniziative culturali diffuse nel territorio, in particolare nelle periferie, che in una prospettiva di città metropolitana, devono diventare luoghi di produzione e di fruizione culturale."

LINK diretti dell'ufficio Scolastico Provinciale di Milano

» Reclutamento

» Eventi

» Formazione: Statali e Paritarie — II° CALENDARIO
»Graduatorie ad esaurimento: F.A.Q. — Evidenza

» Certificati di Abilitazione: ISTRUZIONI

» Movimenti del personale della scuola 2009/2010

» Esami di Stato Primo ciclo di Istruzione

ECCO I LINK DIRETTI>>>