Associazione Istruzione Unita Scuola Sindacato Autonomo

Sede Nazionale: Via Olona n.19-20123 Milano Tel/fax+390239810868

martedì 31 marzo 2009

Formazione.Intesa Formigoni-Gelmini:Via al DIPLOMA REGIONALE

Milano, 16 marzo 2009. Il ministro dell'Istruzione Mariastella Gelmini e il presidente dellaRegione Roberto Formigoni hanno sottoscritto questa mattina in Regione un'Intesa che dàil via libera alla innovativa e piena attuazione del governo regionale dell'istruzione eformazione professionale. Si sperimenta, a partire dall'anno 2009-2010, l'unificazione delsistema dell'istruzione professionale statale con l'istruzione e formazione professionale(IFP) regionale, appunto sotto il governo regionale. Sempre nell'intesa si sancisce il ritirodel ricorso del Governo contro la legge lombarda di riforma dell'istruzione (legge regionalen. 19 del 2007) e, quindi, dei ricorsi di Regione Lombardia contro le disposizioni dellalegge finanziaria del 2007 e la legge n. 40 del 2007."I termini dell'intesa:L'intesa sulla sperimentazione si attua sulla base dell'adesione volontaria degli IstitutiProfessionali Statali (circa 170 in Lombardia) al sistema IFP (Istruzione e formazioneprofessionale) regionale, così da garantire la continuità e l'unitarietà dell'offerta diistruzione e formazione professionale nel rispetto della libertà di scelta delle famiglie tra leistituzioni scolastiche e formative. La sperimentazione consente inoltre, anche nell'ambitodell'istruzione tecnica, l'avvio di forme innovative di organizzazione e gestione,valorizzando l'autonomia delle Istituzioni scolastiche, nel rispetto delle previsioni del TitoloV° della Costituzione.L'attuazione prevede due fasi. In una prima fase, anno scolastico 2009-2010, la IFPregionale verrà offerta anche dagli Istituti professionali statali in aggiunta ai loro tradizionalipercorsi di Istruzione professionale. Permarranno quindi i percorsi di istruzioneprofessionale statale accanto a quelli della IFP regionale.Già dall'anno scolastico 2009-2010 le istituzioni scolastiche e formative potranno rilasciareil diploma professionale di tecnico: la Lombardia sarà la prima Regione in Italia a rilasciarequesto diploma. In una seconda fase, anno scolastico 2010-2011, si attuerà un più strettoraccordo, con la possibilità di avere per i primi 4 anni i percorsi di IFP regionale e diattivare un quinto anno per il raggiungimento del diploma di Stato. Coerentemente con ilriordino dell'istruzione professionale, le qualifiche professionali verranno rilasciatesolamente in esito ai percorsi triennali di Istruzione e Formazione Professionale.Quinto anno ed esame di Stato:L'ordinamento di IFP regionale si completerà con l'attivazione di un corso di quinto anno,realizzato d'intesa con le Università e con l'Alta Formazione artistica, musicale e coreutica,finalizzato a sostenere l'esame di Stato valido anche per l'ammissione all'Università.Contrattazione integrativa regionale:La Regione, limitatamente al personale degli istituti professionali, interverrà in ambiti quali:contrattazione territoriale integrativa, formazione del personale, criteri di utilizzazione delpersonale, premialità in rapporto a risultati conseguiti, criteri di allocazione e utilizzo dirisorse attribuite alle scuoleMilano, 16 marzo 2009. Il ministro dell'Istruzione Mariastella Gelmini e il presidente dellaRegione Roberto Formigoni hanno sottoscritto questa mattina in Regione un'Intesa che dàil via libera alla innovativa e piena attuazione del governo regionale dell'istruzione eformazione professionale. Si sperimenta, a partire dall'anno 2009-2010, l'unificazione delsistema dell'istruzione professionale statale con l'istruzione e formazione professionale(IFP) regionale, appunto sotto il governo regionale. Sempre nell'intesa si sancisce il ritirodel ricorso del Governo contro la legge lombarda di riforma dell'istruzione (legge regionalen. 19 del 2007) e, quindi, dei ricorsi di Regione Lombardia contro le disposizioni dellalegge finanziaria del 2007 e la legge n. 40 del 2007."I termini dell'intesa:L'intesa sulla sperimentazione si attua sulla base dell'adesione volontaria degli IstitutiProfessionali Statali (circa 170 in Lombardia) al sistema IFP (Istruzione e formazioneprofessionale) regionale, così da garantire la continuità e l'unitarietà dell'offerta diistruzione e formazione professionale nel rispetto della libertà di scelta delle famiglie tra leistituzioni scolastiche e formative. La sperimentazione consente inoltre, anche nell'ambitodell'istruzione tecnica, l'avvio di forme innovative di organizzazione e gestione,valorizzando l'autonomia delle Istituzioni scolastiche, nel rispetto delle previsioni del TitoloV° della Costituzione.L'attuazione prevede due fasi. In una prima fase, anno scolastico 2009-2010, la IFPregionale verrà offerta anche dagli Istituti professionali statali in aggiunta ai loro tradizionalipercorsi di Istruzione professionale. Permarranno quindi i percorsi di istruzioneprofessionale statale accanto a quelli della IFP regionale.Già dall'anno scolastico 2009-2010 le istituzioni scolastiche e formative potranno rilasciareil diploma professionale di tecnico: la Lombardia sarà la prima Regione in Italia a rilasciarequesto diploma. In una seconda fase, anno scolastico 2010-2011, si attuerà un più strettoraccordo, con la possibilità di avere per i primi 4 anni i percorsi di IFP regionale e diattivare un quinto anno per il raggiungimento del diploma di Stato. Coerentemente con ilriordino dell'istruzione professionale, le qualifiche professionali verranno rilasciatesolamente in esito ai percorsi triennali di Istruzione e Formazione Professionale.Quinto anno ed esame di Stato:L'ordinamento di IFP regionale si completerà con l'attivazione di un corso di quinto anno,realizzato d'intesa con le Università e con l'Alta Formazione artistica, musicale e coreutica,finalizzato a sostenere l'esame di Stato valido anche per l'ammissione all'Università.Contrattazione integrativa regionale:La Regione, limitatamente al personale degli istituti professionali, interverrà in ambiti quali:contrattazione territoriale integrativa, formazione del personale, criteri di utilizzazione delpersonale, premialità in rapporto a risultati conseguiti, criteri di allocazione e utilizzo dirisorse attribuite alle scuole
Intesa_miur_e_rlombardia_con_allegato_tecnico_16-03-09
Fonte www.ipiaripamonti.org