Associazione Istruzione Unita Scuola Sindacato Autonomo

Sede Nazionale: Via Olona n.19-20123 Milano Tel/fax+390239810868

giovedì 28 gennaio 2010

U.S.R. per la Lombardia: IUniScuola, erogazione servizio di sorveglianza sanitaria

«CONTRATTO BIENNALE PER L’EROGAZIONE DEL SERVIZIO DI SORVEGLIANZA SANITARIA AI LAVORATORI DELL’UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER LALOMBARDIA AI SENSI DEL DECRETO LEGISLATIVO 9 APRILE 2008, N. 81TRA 1)»

L’Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia (d’ora in poi USRL), con sedelegale in Milano, Via Ripamonti, 85, 20141 Milano, in persona del Direttore Generalepro tempore, Dott. Giuseppe Colosio, giusta poteri allo stesso conferiti, con DPCM del24 Giugno 2009, registrato alla Corte dei Conti il 19 Agosto 2009, reg. 5, foglio 310,domiciliato per la carica presso la predetta sede legale;
E
2) Global Medical Service S.r.l. (d’ora in poi GMS S.r.l.), sede legale in Milano, Piazza S. Giovanni Battista alla Creta, 1, iscritta al Registro delle Imprese presso il Tribunale di Milano al n. 100407, P. IVA e C.F. 12708150151, domiciliata ai fini delpresente atto in Milano, Piazza S. Giovanni Battista alla Creta, 1, in persona delLegale Rappresentante Russo Rosanna, nata a Nocera Inferiore (SA) il 20/8/1966 eresidente in Vigevano, Corso Genova, 103
Per saperne di più clicca QUi

giovedì 21 gennaio 2010

Regione Lombardia: IUniScuola, contributi per l’ammodernamento delle dotazioni laboratoriali delle istituzioni







Ecco la Comunicazione della Direzione Generale
«Ufficio IV - Politiche formative e rapporti con la Regione, gli enti locali e il mondo del lavoro- Via Ripamonti, 85 – 20141 Milano - Tel. 02 574 627 253 – Fax 02 574 627 248
E-mail: formazioneintegrata.lombardia@istruzione.it
Posta Elettronica Certificata: drlo@postacert.istruzione.it»

Prot. n. MIUR AOODRLO R.U. 818 Milano, 20 gennaio 2010


Ai dirigenti scolastici
degli istituti professionali e tecnici statali della Lombardia
con percorsi di istruzione e formazione


Oggetto:“Avviso per la presentazione di domande di accesso a contributi per l’ammordernamento delle dotazioni laboratoriali delle istituzioni formative accreditate e iscritte alla sezione A dell'«Albo regionale degli operatori accreditati per i servizi di istruzione e formazione professionale» e degli istituti tecnici e professionali statali che erogano percorsi di istruzione e formazione professionale di secondo ciclo, in attuazione della dgr del 23 dicembre 2009, n. 10881”

Con Decreto N. 213 del 18 gennaio 2010 Regione Lombardia ha emanato l’avviso cui all’oggetto indirizzato alle istituzioni formative accreditate e agli istituti Tecnici eProfessionali statali che abbiano attivato nell’anno formativo 2009/2010 percorsi di istruzione e formazione professionale di secondo ciclo, ai sensi dell’art. 3 dell'Intesa siglata tra Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e Regione Lombardia il 16 marzo 2009 e si avvalgano, per l’erogazione degli stessi, dell’utilizzo di laboratori siti nel territorio della regione.

Per l’ammodernamento dei laboratori vengono concessi contributi fino ad un massimo di€ 150.000, secondo le modalità descritte nell’allegata comunicazione di Regione Lombardia e nei relativi allegati.

Le domande possono essere presentate a partire dal giorno successivo alla pubblicazione del provvedimento sul Burl ( previsto per il 25 e fino alle h. 12 del 26 febbraio 2010. Le domande devono essere inviate alla casella di posta elettronica certificata (PEC) formazione@pec.regione.lombardia.it, inserendo in oggetto la dicitura “Avviso Dotazioni Laboratoriali”.

La Direzione Generale Istruzione Formazione e Lavoro di Regione Lombardia invita i Dirigenti Scolastici o un loro rappresentante ad un momento di condivisione dell’avviso presso l’auditorium

«Sala Bianca, in Via Cardano, 10 a Milano,
il giorno 4febbraio 2010 alle ore 10.30»


Vista l’importanza dell’occasione e dell’opportunità costituita da tale finanziamento, si invitano tutti gli istituti interessati a partecipare.
Si coglie l’occasione per porgere i migliori saluti
Il dirigente Giuliana Pupazzzoni
Per saperne di più clicca QUi

lunedì 18 gennaio 2010

U.S.R.per la Lombardia: IUniSCUOLA,riconoscimento del punteggio per il servizio su progetti

«La presente nota sostituisce integralmente la nota
prot. 20809 del 16 novembre 2009, a seguito delle novità
introdotte dal Decreto Ministeriale del 17 dicembre 2009,n.100»

Ecco la Circolare:
«Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca
Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia
Direzione Generale- Via Ripamonti, 85 – 20141 Milano
Prot. MIURAOODRLO R.U. 623
Milano, 18 gennaio 2010

Ai Signori Dirigenti degli UU.SS.PP.della Lombardia
Ai Signori Dirigentidelle Istituzioni scolastiche della Lombardia
LORO SEDI
OGGETTO: patto territoriale tra USR, Regione Lombardia e OO.SS. – riconoscimento del punteggio.
In relazione a numerosi quesiti pervenuti, sentita la Direzione Generale per il personalescolastico, si precisa quanto segue:- a norma dell’art. 5, c. 3, del Decreto Ministeriale del 17 dicembre 2009, n. 100, ilpersonale docente inserito nelle graduatorie provinciali ad esaurimento – in possesso deirequisiti previsti dal DM 82/09 e dallo stesso DM 100/09 per l’inserimento negli elenchiprioritari per l’assegnazione delle supplenze – che svolga le attività progettuali previste dal Patto territoriale tra USR, Regione Lombardia e OO.SS. ha diritto alla valutazionedell’intero anno di servizio, a prescindere dalla durata del progetto stesso;- a norma dell’art. 5, c. 3, del Decreto Ministeriale del 17 dicembre 2009, n. 100, ilpersonale ATA inserito nelle graduatorie provinciali permanenti e nelle graduatorie/elenchi provinciali ad esaurimento – in possesso dei requisiti previsti
dal DM82/09 e dallo stesso DM 100/09 per l’inserimento negli elenchi prioritari per l’assegnazione delle supplenze – che svolga le attività progettuali previste dal Pattoterritoriale tra USR, Regione Lombardia e OO.SS. ha diritto alla valutazione delmedesimo punteggio ottenuto nel corso dell’a.s. 2008/2009, a prescindere dalla durata delprogetto stesso;- a norma dell’art. 5, c. 4, del Decreto Ministeriale del 17 dicembre
2009, n. 100, ilpersonale docente abilitato non inserito nelle graduatorie provinciali ad esaurimento e ilpersonale docente non abilitato che svolga le attività progettuali previste dal Pattoterritoriale tra USR, Regione Lombardia e OO.SS. ha diritto alla valutazione del serviziocommisurato alla durata del progetto stesso;- a norma dell’art. 5, c. 4, del Decreto Ministeriale del 17 dicembre 2009, n. 100, ilpersonale ATA inserito nelle graduatorie di istituto di terza fascia che svolga le attivitàprogettuali previste dal Patto territoriale tra USR, Regione Lombardia e OO.SS. ha dirittoalla valutazione del servizio commisurato alla durata del progetto stesso; detto servizio è utile anche ai fini della maturazione dei requisiti per l’accesso alle graduatorie provincialipermanenti di cui all’ art. 554 del Decreto legislativo 297/94.
La presente nota sostituisce integralmente la nota prot. 20809 del 16 novembre 2009, a seguito dellenovità introdotte dal Decreto Ministeriale del 17 dicembre 2009, n. 100.»
Per il Direttore Generale Giuseppe Colosio
f.to Luca Volonté

lunedì 11 gennaio 2010

Le “ipoteche”della democrazia italiana e la rimozione storica dell’intreccio legalità/illegalità

«Convegno regionale di formazione e aggiornamento rivolto agli insegnanti che si terrà a Milano il 12 e il 13 febbraio 2010 presso l’Aula Magna della Facoltà di Scienze Politiche, via Conservatorio n.7»*

Il convegno vuole affrontare il ruolo dei poteri criminali, le stragi e i terrorismi, il sistema della corruzione nella storia della società italiana, riproponendo questi temi al centro della riflessione sull’insegnamento e sulla “significatività” della conoscenza.

I valori della convivenza civile, della solidarietà, dell'onestà, della non violenza, della legalità hanno costituito per la scuola lombarda, in questi anni, punti di riferimento irrinunciabili contro l'omologazione culturale, contro il diffondersi di miti superficiali e illusorie scorciatoie di guadagno facile. È stato questo anche un modo di “resistere” al “mercato dell'apparenza” e all'influenza della televisione delle “veline”, un modo di salvaguardare la formazione dei ragazzi, prima di tutto.

Oggi questo momento specifico di riflessione sull’educazione e sul processo di insegnamento/ apprendimento nella scuola intende porre il tema della rimozione del peso che gli intrecci criminali e extraistituzionali hanno avuto nel determinare scenari e formazioni di gruppi dirigenti nel nostro paese nella cultura italiana e nella storiografia accademica e manualistica.

Una sezione del corso è volta a richiamare il ruolo della scuola nella promozione di autentiche curiosità culturali e della ricerca di un’auspicabile complicità tra sapere e vita, immaginari giovanili e aspettative degli insegnanti, per un nuovo patto tra generazioni fondato sulla responsabilità e la cittadinanza attiva.

giovedì 7 gennaio 2010

Scuola:Permessi per il diritto allo studio anche ai precari a tempo


Diritto allo studio comparto scuola - Leonardo Donofrio(foto):«Una Novità Lombarda»
«Percorsi per il diritto allo studio per il personale docente e ATA supplente temporaneo»
«Presentazione delle istanze da parte del personale con supplenza breve e saltuaria»

Come è noto, l’articolo 11, comma 4, del Contratto Integrativo Regionale relativo ai permessistraordinari per il diritto allo studio ex D.P.R. 395/88, sottoposto a revisione in data 30 ottobre 2009, prevede che il personale con contratto a tempo determinato con supplenza breve o saltuaria possa presentare domanda di fruizione dei permessi in oggetto con una tempistica differente rispetto a quella prevista per il restante personale. Pertanto, coloro che sono interessati alla fruizione di detti permessi dovranno presentare la domanda, utilizzando i modelli allegati,tra il 9 e il 20 gennaio 2010all’Ufficio Scolastico Provinciale competente per territorio,per il tramite esclusivo del Dirigente scolastico della scuola di servizio; coloro che non si trovassero in servizio all’atto della presentazione della domanda, inoltreranno l’istanza direttamente all’Ufficio territorialmente competente.
Trattandosi di una fase del tutto nuova nell’attribuzione dei permessi straordinari per il diritto allo studio, in quanto introdotta quest’anno per la prima volta, si ritiene opportuno puntualizzare[ continua ...]
Per saperne di più clicca qui
File allegati:
Modello ATA (pdf,18 kb)
Modello docenti (pdf, 18 kb)
Modello personale educativo (pdf, 18 kb)